(Ec)Citazioni e aforismi (parte 1)

La velocità di trasmissione dati tramite di internet non sarà più misurata in bit per secondo, bensì in stronzate per secondo, perché la rapidità con cui vengono caricate queste stupide informazioni sulle pagine html sono maggiori del loro stesso peso.

Mi ispiro ad una moda che correva qualche tempo fa di associare delle citazioni senza fonte a personaggi famosi, per enfatizzarne il significato o semplicemente perché fanno ridere. Io non voglio far passare alcun tipo di messaggio, né ho intenzione di far ridere. Voglio instillare un dubbio nel lettore. Quell’incertezza che spinge a domandarsi “Ma perché continuo a leggere ‘ste cagate?”.

Oltre alle citazioni famose e i personaggi associati, per correttezza riporto anche la fonte, così da non venire smentito:

  • “Non ne vedo il motivo.”
    Ray Charles, di fronte ad uno spartito (fonte: l’Antico Testamento);
  • “Capelli lisci, come la seta.”
    Umberto Balsamo, dopo la doccia (fonte: me lo ha detto Gabriele Cirilli);
  • “Se Dio avesse voluto che l’uomo volasse, NON avrebbe inventato Alitalia.”
    Padre Pulcino Pio, durante un’omelia (fonte: l’anziana signora Tritagatti, quella sempre seduta alla seconda panca a sinistra durante i rosari);
  • “A volte è meglio essere stupidi e aprir bocca, che confermare di essere stupidi stando zitti. No, era che bisogna essere stupidi parlando, con la bocca di altri. No. Eh, boh.”
    Ke$ha, durante un bukake mattutino (fonte: enciclopedia Treccani);
  • “Gli uomini che aspirano ad essere liberi, difficilmente aspirano polvere, altrimenti li chiameresti Folletti.”
    Il sosia ufficiale di Mahatma Gandhi (fonte: una pubblicità indiana su un dopobarba al ragù di cinghiale);
  • “L’amore costa… L’amore costa… Conosci un altro modo per pagare le troie?”
    Luciano Ligabue, prima della censura (fonte: l’ho letto nei fondi del posacenere);
  • “L’ozio è il pa…”
    Uff;
  • “Chi beve solo acqua è perché ci ha sciolto dentro della droga.”
    Amy Vinicola (fonte: Topolino n.235);
  • “L’acqua cheta scava i ponti, mentre l’acqua con la keta sballa di brutto.”
    Katerina Muschio (fonte: rivista Il Giornalino)
  • “Chi trova un amico, lo aggiunge su Facebook.”
    Neri Parenti, mentre pensa al suo nuovo film di merda (fonte: lo psicologo che ha in cura Neri Parenti);
  • “Bau bau.”
    Rex (fonte: contenuti speciali del cofanetto Rex stagione 57 – Come un pastore tedesco può sopravvivere oltre 20 anni);
  • “Tromba di culo, poi vai di corpo.”
    Renzo Piano Pernonsgommare (fonte: scritta nei bagni dello studio del noto architetto scoreggione);
  • “Egli afferma che io esprimevo avviso contrario all’entrata in guerra per sfiducia del valore dell’esercito. Perché un amore col silenziatore ti spara al cuore e pum, tu sei caduto giù.”
    Ambra Angiolitti, rivolgendosi a Salandra… No, forse mi sono un po’ confuso (fonte: quotidiano Repubblica della Sera);
  • “Meglio vivere un giorno da Leone che no.”
    Sergio Leone (fonte: sua zia Eustachia, che gentilmente m’ha invitato a cena da lei per raccontarmi un po’ di storie su suo nipote);
  • “Così, a naso, mi sembra cocaina.”
    Vasco Rossi, mentre fa la spesa (fonte: il suo pusher);
  • “Tutta farina del mio sacco.”
    Paola Barale, mentre parla dell’ultimo party hard a casa sua (fonte: lo schiavo nero della Barale, prima che venisse ricatturato);
  • “Una rondine non fa cra-cra.”
    Edgar Allan Poe, alla prima stesura de Il Corvo (fonte: fresca e d’alta montagna);
  • “<3<3<3Che CaRiNaAaAAaAaAAaaa!!1!!XD”
    Enzo Miccio, mentre si scopa un manichino (fonte: l’ho letto nei fondi del controllo dell’urina);
  • “Il mio tesssoro.”
    Berlusconi quando vinse le elezioni nel 1994 (fonte: Po, il protagonista del film Kung Fu Panda);
  • “Agitato, non mescolato.”
    Gianfranco Calcinacci, noto muratore del bergamasco, riferendosi al cemento nella betoniera (fonte: coso lì, Calcinacci);
  • “La curiosità è donna. La curiosità uccise il gatto. Le donne ammazzano i gatti.”
    Anne Geddes, durante l’ennesimo processo per pedopornografia (fonte: un murales su una casa a Pesaro Urbino);
  • “Vomito, ergo sbronzo.”
    Cartesio, al bar completamente ubriaco (fonte: il libro fantasy La Bibbia).

Immagine
Oscare il Selvaggio, detto Oscar Wild, noto scrittore di aforismi.

A detta dei detti, tutto è stato detto.

Ma poco è stato pensato.

Al prossimo episodio, salutandovi
Beppe Cavalletta, detto Và il Tiols!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...