Non ci vedo più dalla chimica

Ma per fortuna c’è la mia Fiesta!
Come sempre lì, parcheggiata in seconda fila in una strada piuttosto stretta. Diciamo che una macchina un po’ grossa non ci passa sicuramente. Ma neanche una bici. Però i bambini sì!
Magri e di profilo, però.

Non voglio parlare di cibo. Non voglio parlare di chimica. Non voglio parlare di macchine che somigliano a merendine. Non voglio parlare, ma voglio scrivere ulteriori risposte in merito a nuovi termini di ricerca. Per chi si fosse perso cosa sono, lo spiego QUI, verso metà articolo, quando vedete le parole in grassetto (vi evito tutto il resto siccome il post è piuttosto lungo e palloso).
In breve, comunque, si tratta delle frasi scritte nei motori di ricerca dalle persone che finiscono poi sul mio blog. Se uno ad esempio scrive “cacca, tette e triumvirato”, le probabilità di finire qui sono piuttosto alte.

Come faccio a conoscere cosa scrive la gente sui motori di ricerca?
Io so sempre tutto.

Avete altre domande da farmi?
Scrivetele sui motori di ricerca, possibilmente riportando la parola cacca molto spesso, e io le vedrò.

Finito?
Ok, possiamo cominciare:

  • quando finisce la cacca
    Cosa si fa in questi casi? A me difficilmente è successo, perché ho quel problema lì che non riesco a smettere di mangiare. E quindi, per proprietà digestiva, finisco sempre ad avere una riserva da eliminare. In teoria il mio consiglio è quello di rivolgersi al proprio medico di fiducia, o al proprio macellaio.
  • il libro delle supertette
    Non lo conoscevo, giuro. Fortuna che ho trovato il link quasi subito, che mi rimanda a dove poter trovare “The little book of BIG BREASTS”.
    Non avendolo sfogliato non saprei darvi nemmeno una recensione. Se vi può interessare, QUI c’è il link delle recensioni di chi lo ha letto. A occhio sembrerebbe piuttosto apprezzato. Riporto solo un commento, breve e conciso: “Vintage erotic photo art (for art lovers), lots of boobies (for me).
  • quanti fans ha l’artista antonella colazzo 2014
    Innanzitutto chi è Antonella Colazzo? Vado a vedere sull’internet e scopro subito che si tratta di una delle tante cavie che usa Dipré nei suoi sketch. Stavolta non si tratta né di una perversa assatanata di cazzo, né di una prostituta tossica. È una delle tante “pittrici” che, per noia o depressione, decidono di racimolare spiccioli facendo “quadri” (le virgolette sono volute).
    Ma veniamo alla domanda: quanti fans ha costei? A giudicare dai commenti di Youtube, direi quattro: i tre disagiati che compaiono nel video, più se stessa.
  • belle cosce della zia troia.com
    “Chi ama la ziaaa… Chi va a Porta Piaaa…” cantava Rino Gaetano. Non aggiungo altro, a parte un piccolo suggerimento sul fatto che non è necessario mettere punto-com sui motori di ricerca.
  • che vuoldire la parola hashtag? geordie shore
    Faccio prima a rimandarti ad un mio vecchio post.
    The Shore Must Go On.
  • puo fare la grotta di sale una ragazza con bloocco di branca
    Allora… Che palle. No, scusate, è che si tratta di una cosa lunga e riguarda la medicina. Cercherò di essere breve.
    Il blocco di branca è un problema cardiovascolare, o meglio “è una condizione in cui c’è un ritardo o un “ostacolo” lungo il percorso degli impulsi elettrici del battito cardiaco” (fonte: Youporn).
    Le grotte di sale sono invece delle stanze coperte completamente di salgemma, compresi i mobili, nelle quali le persone stanno lì. A fare? Boh, dicono facciano bene. Solo che dicono la stessa cosa anche delle staminali, ma non c’è nulla di comprovato scientificamente. Quindi, cara la mia ragazza affetta dal blocco di branca, ti consiglierei di evitare in toto questa scelta, perché la medicina inventata va bene solo per programmi televisivi come “Le Iene” o “La Ruota Della Fortuna”.
  • palle figa
    Aggiungere un commento sarebbe inutile.
  • qual è la canzone che ascolta pietro nel film xmen giorni di un futuro passato?
    Jim Croce – Time in a bottle.
    L’inerenza al testo della canzone con le capacità di supervelocità del personaggio sono palesi.
    Non si capisce, invece, come possa un uomo che va alla velocità della luce ascoltarsi un intero brano in cuffia, mentre tutto il tempo intorno a sé è ridotto ai minimi termini. Nella scena del film avrebbe dovuto sentire al massimo qualche decimo di secondo della traccia audio. Ma sono dettagli a cui nessuno fa subito caso, se lo spezzone risulta piuttosto figo ed esilarante (diciamo che metà prezzo del biglietto del cinema è valso solo per quella scena).
  • segnatempo ad impronta digitale quando e perche’
    In realtà si tratta di tecnologia aliena, non ancora conosciuta. È inutile fare domande stupide, tipo “quando” e “perché”.
    C’è solo un “Cosa?!?”.
  • i videi culi conletetteela cicietta
    I videi. Bellissimo. Ho ancora molto da imparare.
    Comunque consiglierei la categoria Chubby su un qualunque sito. Tanto, come ben insegna Futurama, internet è nato per trasmettere solo pornografia.
  • esiste una radio che non trasmette sempre le solite canzoni?
    Una domanda di tutto rispetto. La radio che sento io è LifeGate, consigliata per chi si è rotto di sentire sempre le solite zarrate. Ne ho parlato QUI (eh ma quanto parlo, come sono noioso).
  • come si chiama quella canzone che nel video ci sono della ragazzine che combattono con la carta igenica??
    La canzone non la ricordo. Il video purtroppo non l’ho ancora dimenticato.
    Stai parlando di “2 girls 1 cup”, giusto? (Per chi non avesse capito la battuta, LASCIATE COMPLETAMENTE PERDERE IL DISCORSO).
  • cose che assomigliano all’ ascia con 5 lettere
    Oh, che piacere! Degli amanti delle parole crociate cercano risposte da me, che sono l’ignoranza in persona!
    Ok, allora: accet, alaba, mache, colte, sciab, pasta, crudo, cipol, salam, eccet…
  • valeria rossi canzone rutti
    Non sapevo che le sue canzoni fossero eupeptiche (significa che aiutano la digestione, per chi non ascoltasse gli Elio E Le Storie Tese).
    A me non fanno ruttare i brani di Valeria Rossi. Salto quel passaggio e vado direttamente in bagno.
  • porno assurdo con merda e vomito
    Vedi sopra la risposta a come si chiama quella canzone che nel video ci sono della ragazzine che combattono con la carta igenica??.
    So che è colpa mia che me le vado a cercare, però basta dai. Bello scherzare, ok, però dopo un po’ che schifo.
  • peppa pig in orror con sesso parollacce
    Horror. Ci vuole l’acca. Altrimenti non resta in piega, senza lacca. E poi prende una brutta piega.
    Difatti la famosa maialina della tv sembra aver preso un brutto vizio.
    No, non Miley Cyrus. No, nemmeno la Kardashian. Parlo della Peppa Maiale.
    Una ricerchina rapida e scopro che una madre inglese accusa il cartone di dire parolacce, perché la figlia le dice “Funcking Gazelles”. Nel cartone c’è un gruppo musicale che in realtà si chiama “Rocking Gazelles”. È quindi la madre ad essere una stordita? A leggere dall’internet sembra che sia scoppiata una bufera intorno a quest’accusa. Sta di fatto che la bambina non si riferiva alla band nominata nel cartone, ma letteralmente a delle fottute gazzelle che vivono nel bosco dietro casa e saltuariamente distruggono il loro orticello (“That fucking gazelles which destroyed our garden! I’ll kill that bitches which living in the wood behind the house!”).

Immagine
Una scena di quel volgarissimo cartone animato della Peppa Pig.

  • donna che appare bel finale di x man
    Non appare nessuna donna nel finale dell’ultimo film sugli Uomini X. Appare un tizio che è Apocalisse, vestito da egiziano.
    Ciò comunque non lo rende più femminile.

 

Spero di aver soddisfatto la vostra curiosità, cari lettori. Beh, essendo capitati casualmente nel mio blog con le vostre ricerche affrettate, probabilmente non tornerete più indietro sui vostri passi.
Però se vi capita, potrete dire che io ci sono stato per voi. Con un po’ di ritardo, ma ci sono stato.

 

Veniamo ora alla solita spiegazione del titolo di quest’articolo…

 

 

 

 

 

 

Capito, no?

 

Ciao, da

Davide, detto qualunque-cosa-non-assomigli-alla-parola-Davide (seguita da Coglione).

Annunci

13 comments

  1. Sei sempre molto fortunato tu con le tue ricerche motorizzate. Quante serate ci ha allietato two girls one cup! Se ti piace il genere puoi cercare qualcosa tipo one boy one glass oppure quello che si prepara uno squisito latte e nesquik nel buco del culo!

      1. Oh, finalmente una novità per i più ipocondriaci. Tipo me. Ora penso proprio che non uscirò di casa stasera e mi rannicchierò in un angolino, abbracciando le mie ginocchia e guardando fuori dalla finestra con sguardo piuttosto impaurito.

    1. Intendi una specie di post-it 2.0? No, in realtà si tratta di un’intrattenimento per menti perverse.
      I post-it, invece, hanno la loro utilità.

      1. no bèh io i post li chiamo post-it.

        e niente sono talmente tanti i tagged che pensavo fossero il prosieguo del post.

        era un pò una scièmenza, èh.

        sorrido.

      2. Ah, capito. In realtà i miei tag sono solo una serie di cose che mi passa per la testa. Random. Senza senso. Non è il proseguimento. E’ un intrattenimento che mi concedo e che non pensavo che la gente guardasse, siccome io non guardo quelli degli altri!

  2. No te mi devi spiegare come faccio con te. Mi ha chiamato l’asl. Ha detto che le mie richieste x i pannoloni recapitati a casa gratisse sono diventate troppo frequenti e quindi dicono che c’è qualquadra che non cosa, tipo una truffa o cose così e non me li mandano più. Oppure li devo pagare. Però vagli a spiegare che c’è uno che si chiama Davide detto qualunque cosa che non assomigli alla parola Davide che mi fa pisciare addosso circa tutti i giorni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...