Olanda – Parte 4: Ambientamento lavorativo e puttanate varie

Vivo ad Amsterdam…
C’ho ‘sto Diario…
Eccetera, eccetera…
Dai, ormai lo sapete.

Cronache di un pirla.

“Modesto Diario,
come sempre lascio passare un bel po’ prima di aggiornarti sulle mie vicende in Olanda, giusto perché non è che succeda molto qui…

No, non è vero. In realtà sono io che non ho mai voglia di scrivere. Scusa eh, ma preferisco vedermi un film nel tempo libero piuttosto che buttare giù minchiate. Soprattutto se trovo il tempo libero. Già, perché da settimana prossima inizio il terzo lavoro.
Sì, hai capito. 3 lavori. Lavapiatti al ristorante, receptionist notturno in un hotel e, novità, uomo delle pulizie in un B&B. Senza troppi accavallamenti d’orario vado avanti tranquillo. Magari le notti all’hotel mi mettono addosso un po’ di jet-leg. Seppur non sappia di cosa sto parlando. Non ho mai viaggiato oltreoceano.

Cambiando argomento, il mio pacco postale contente i miei appunti e le mie nerdate mi è stato consegnato! Mi è arrivato dopo soli 2 mesi dalla spedizione!
Come? No, non l’hanno spedito dalla Corea del Nord. Dall’Italia. Perché?
Va beh, sta di fatto che quando ormai avevo perso le speranze di rivedere il mio prezioso, mi suona alla porta il postino, svegliandomi.
Sì, ha suonato due volte. Ovvio.
In pigiama, ciabatte, capelli senza gravità, occhiaie con troppa gravità e caccole negli occhi, mi trascino all’ingresso. Nell’aprire la porta la prima cosa che vedo è il pacco con su scritto il mio nome. Il mio volto s’illumina d’immenso. Quasi salto addosso al postino che mi guarda storto e va via in fretta e furia.
Impaurito.
Io salto di gioia e gli lancio frasi tipo “You’re my hero, man!”, “I love you!”, “Can I kiss you?”. Cose così. Ora non ricordo esattamente cosa gli ho urlato. Ero sovraeccitato.
La ragazza del mio coinquilino vedendomi saltellare con la scatola impacchettata tra le mani mi dice: “You’re so happy! What’s inside in the package? Drugs?”
“Oh, no” rispondo, “If it was drugs would be bigger”
(Oh oh oh. Comicità da bar.)

2015-01-16 11.40.53

Ecco il mio pacco! Vietati i doppi sensi. (La foto ha subito modifiche con Paint perché non ho ancora imparato ad usare Photoshop)

2015-01-16 18.51.43

E queste sono alcune delle nerdate che vi conteneva. Sullo sfondo si può notare un pezzo di Grana che non era nel pacco, ma è sempre un pezzo di Grana.

Qui ad Amsterdam ci sono vari supermercati o negozi che vendono di tutto e di più, a prezzi veramente bassi. Trovi anche il Grana, solo che costa un occhio. Ovviamente la qualità va di pari passo col costo del prodotto.

Ti faccio un elenco striminzito di posti tipo, in ordine di prezzo, dal più normale al più comico:
Albert Heijn, la catena di supermercati più “fighetta” e diffusa che c’è ad Amsterdam. Mi vien sempre da paragonarla alla nostra Esselunga. Va beh, poi troviamo anche la Coop e altre famose catene di supermercati, ma io m’affido sempre al caro e vecchio Albertone.
Perché ce l’ho dietro casa.
I mercatini di strada. Quelli tipici di Amsterdam, che te li trovi anche galleggianti nei canali, offrono spesso prodotti più disparati ad ottimi prezzi. Se non finisci in una trappola per turisti (proprio perché non sei un babbo, vero?) ti può capitare di trovare ottimi affari.
I cinesi. No beh, questi li ho riportati solo per utilizzarli come termine di paragone. Nel senso che da qui in avanti i negozi citati superano i cinesi in fatto di bassezza dei prezzi. E di qualità, però chissene. Ti fai due ghignate e via!
Big Bazar, ossia il negozio delle minchiate e dei prodotti arrivati dal 1990. Anche quelli commestibili, suppongo. Puoi trovare di tutto un po’: dai fazzolettini di carta alla pasta a forma di pene (un classico intramontabile); dalle pellicole di cellofan per alimenti alle lavagnette da cucina su cui scrivere “ass and titties”; dal detersivo liquido per mani (ottimo per sgrassare le tubature) alle action figure dei dinosauri, ma in versione Bratz, con la testa ingigantita. Insomma un bel abbinamento di puttanate e cose di casa a costi ridicoli.
– Ma il migliore rimane Action. Quando entro da Action mi sento come un bambino a Disneyland. C’è di tutto a costi irrisori. Mi soffermo ogni volta sui prodotti di consumo, cercando di capire come fanno a vendere le stesse cose dell’Albert Heijn (il primo della lista) a metà prezzo. Poi io incuriosito mi vado a comprare una confezione da dieci di mini Twix (90 centesimi), e scopri che i Twix sono Unix. Sono tarocchi, sono singoli. Va beh, ti fai una risata e ci passi sopra, vedendo quali altri prodotti divertenti offre questo negozio. Sto parlando nello specifico delle pistole per bambini che sparano proiettili in polistirolo, che mi sono andato giustamente a comprare per annoiare i coinquilini o per gridare vendetta quando mi svegliano nel cuore del pomeriggio. Non fanno male, sono solo un fastidio. Che è forse peggio.

By the way, volevo giusto dirti che sono passati a trovarmi altri amici dall’Italia, e ancora una volta mi hanno lasciato del cibo. Devo ringraziare il grande Joshuelli (non si chiama davvero così) per il suo generoso omaggio di taleggio e salamino che mmm… ed ovviamente un applauso va anche al produttore, il re del baffo (non si chiama davvero così). Devi sapere mio Modesto Diario, che lui i baffi li aveva prima che diventassero famosi. Si narra che Frank Zappa si sia ispirato a lui per farseli crescere.
Anche se aveva circa 10 anni quando il cantante è morto.
Ma chi può dire con certezza che non sia andata così?

Passiamo dunque alla solita carrellata di foto che ho fatto perché non avevo niente di meglio da pensare in quel momento:

2015-01-15 04.00.47

Per tutte le amanti delle borsette. E chi se lo immaginava un museo del genere.

2015-01-19 11.54.46

“Mi è caduta una Q” “Dove?” “Ui”

2015-01-19 13.41.32

Oltre lo stagno non c’è nulla, te lo assicuro. Se oltrepassi la cortina cadi nel vuoto.

2015-01-20 12.16.22

Architetti ubriachi con la passione per lo skateboard.

2015-01-21 01.06.18

Gli olandesi mi danno il benvenuto nel nuovo appartamento con dei presenti, che non ho presente che siano perché sono in olandese, una lingua non presente nel mio vocabolario (composto da un totale di 32 termini, dei quali “coleottero” e “freno a mano” compaiono due volte).

2015-01-21 22.33.55

Vomito fritto al sapore di carta moschicida. Buone le nuove (*senza fonte) crocchette che vendono da Burger King.

2015-01-22 08.21.45

Una bici di legno che sogna un giorno di diventare una bici vera. Se dice le bugie gli si allunga il cavalletto.

2015-01-23 13.19.59

Un’ombra bianca.

2015-01-23 13.19.59 - Copia

Sarà davvero la brina dell’ombra del bruco o cela misteri a noi sconosciuti? Gli alieni forse? Che abbiano sparato un raggio gelante proprio sull’ombra del bruco di proposito? Un messaggio di avvertimento, magari. Mmm… sì, vediamo… bruco… brina… zampogna… impronta dell’ombra… scia… Ho capito! Un messaggio d’avvertimento sulle scie chimiche! Che c’entrino le sette massoniche. Ah no. Sono le sette e 50. Si è fatto tardi…

2015-01-24 09.07.40

Uno entra a mezzanotte a fare il turno di notte con il cielo limpido ed esce alle 8 di mattina pregando di cadere il meno possibile in bici. Però non ha nevicato tanto. Sono abituato a ben peggio dove sono cresciuto io, in montagna su al nord Italia!    (“You see boys, Jew Scouts is a special group that borrows a little bit from all different Jewish denominations. From the Orthodox Jews, from the Hasidic Jews, from the Northern Italy Cave Jews […]” – South Park, 9e4s)

2015-01-24 09.29.20

Si vede di merda, ma ho tentato di fare la foto ai gabbiani “Gesù” che camminano sul ghiaccio, invece che galleggiare sull’acqua come fanno di solito.

2015-01-24 09.35.32

Nice, eh!

2015-01-24 09.50.38

Aah, la neve… ma… cosa si è formato sul tetto di quella macchina sotto casa mia? Sembra una scritta…

2015-01-24 09.50.49

Beh, se lo dice la macchina…

2015-01-24 21.23.29

Sìììììììcazzosììììììììì (chi sa cos’è mi può capire)! Grazie genitori! Grazie!

2015-01-27 08.21.50

Nice again, eh!

2015-02-03 20.01.44

Una luna piena stupenda, solo che con la fotocamera del cellulare è piuttosto difficile inquadrarne la bellezza. Soprattutto con la mia mano davanti.

2015-02-03 20.01.23

Quack.

2015-02-14 00.50.27

Thuisbezorgd (si legge taisbezorgdkvzxghlpk) è un’applicazione che ti consente di vedere quali posti che fanno consegne a domicilio sono ancora aperti e puoi ovviamente scegliere il menù da farti consegnare. Alcuni sono aperti anche tutta notte nei weekend. Come questo nella foto. Ho catturato l’immagine apposta per via delle tempistiche: ordinazione di hamburger e patatine avvenuta all’1 e 49, consegna prevista alle 3 e 20. Fortuna che non avevo così fame.

E niente. Dai, ti saluto Modesto Diario che ci ho da andare.
Saluti e baci da
Loona Tico, detto Little Boy

Amsterdam, 19/02/15

Annunci

33 comments

      1. Potrebbe darsi anche che sveli uno dei tanti misteri dei templari, come quello della moglie di Diliberto rimasta incinta seppur il marito fosse in trasferta a Gerusalemme. E lei oltretutto con ancora la cintura di castità ben allacciata. (Seppur si noti una piccola forzatura…)
        Quel bruco cela più misteri di una puntata di Scooby-doo (questa mi sa che l’ho rubata, ma non ricordo a chi…).

      2. Se rubata c’è da dire che è rubata bene. L’ombra è assenza di luce. Se la luce è bianca l’ombra è nera. Ma se la luce è gialla? Lo scudo dei templari non era forse bianco, come l’ombra, con una croce rossa sopra? Quel bruco non ha forse dei pallini rossi o quasi? Se si unissero i pallini, uscirebbe forse una croce?

  1. Il nuovo cibo del Burger sembra una cosa gustosa…
    Io non mi sento in vena di sparare sulla pasta a forma di ceppa… ormai è un grande classico anni 80. Ci sono negozi che hanno ancora su John Holmes che fa la pubblicità. Una cosa storica. Non hanno modificato pacchetto neanche dopo 20 anni (e neanche il contenuto, infatti mi parla quando chiedo: ma da quanto cazzo è qua ‘sta pasta? Da 20 anni mona!)

    1. Grazie per aver preso in considerazione la foto che nel contesto ha meno senso di tutte. Sai che apprezzo certe cose. Ciao assistente! Da un po’ che non ci si stente (scusa, è per la rima)! Come va in quel di prefetthura?

      1. Eeh già. Come mi hanno sempre insegnato, cerca di fare un lavoro che ti piace e ti trovi bene. Soprattutto per te vedo che il “ti trovi bene” è perfetto 😉

      2. Quando metto le cuffie e programmo sono felice come una pasqua. Da poco ho scoperto che se lascio il telefono fuori posto, questo non squilla…

      3. Non parliamo di telefoni, visto che sono quasi sicuro di essere magnetico, o produco interferenze di mio. Quindi qualunque apparecchio elettronico che tenga in mano inizia a malfunzionare (scientificamente testato).

      4. Mah, in pratica penso sia una dote naturale. Specialmente quando più mi serve il suo utilizzo. Se ad esempio mi ritrovo seppellito da una slavina e riuscissi a prendere il telefono, molto probabilmente nel comporre il numero dei soccorsi mi partirebbe il download dell’applicazione di Studio Aperto.

      5. Io lo dico sempre che la neve è sopravvalutata… Ma non riesci a fare cose come fermare il tempo, prendere a schiaffi la gente, dire loro che non capiscono un razzo e poi far ripartire tutto come se nulla fosse?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...