Asides

Nuove domande poste alla persona sbagliata, cioè io

I termini di ricerca sono esplosi in questo periodo. Mi accorgo di quanti più depravati, pazzi e altre persone a cui voglio bene finiscano sul mio blog. Il perché va ricercato nei tag che metto ad ogni post, ma non pensavo di arrivare a tanto.

Se volete fare un excursus su questo argomento, trovate la categoria qui a fianco, sulla destra: COSA SCRIVE LA GENTE SU GUGOL.
(Attenzione: si tratta principalmente di pornografia e cacca. Spesso i due argomenti tendono a coincidere. Se siete deboli di stomaco, consiglio di evitare. Io, per esempio, ho già vomitato un paio di volte).

Lez go:

  • fiat con cagate sopra
    Un po’ troppo vaga come domanda da porre ad un motore di ricerca (o a me, in questo caso).
    Se si parla di una Fiat talmente brutta che ci cacheresti sopra la risposta è semplice: la Multipla!
    Se si tratta di una Fiat qualunque, con sopra della cacca ti consiglio di fare più caso alle Multipla che circolano per strada.
    Se si sta parlando di una Fiat con sopra delle cagate generiche, tipo degli adesivi scemi, delle corna di cervo o un parabufali montato davanti, opterei per una Panda, che è quella più in voga tra i giovani idioti. Il modello vecchio, chiaro.

  • figa a gambe alte
    Ragazzi, c’è Studio Aperto per queste cose.

  • canzone con il video dove c’è uno che si fa il selfie mentre partorisce
    Uno? Un maschio? Non ho trovato il video, mi spiace. In compenso c’è un elenco infinito di persone, famose e non, che fanno selfie al loro pancione gravido. Una tra tutte, quel gran pezzo della Gwen Stefani. Perché anche te? Perché?
    Intendo, perché non sei incinta per colpa mia? Perché?

    Immagine
    Il latex è il tessuto migliore per la gravidanza.

  • tette e gelato
    La tipica combinazione estiva che mi porta a dire “Che bella l’estate!”.

  • sostituire la parola vagina in una canzone
    Beh, possiamo provarci…

  • sostituiamo la parola vagina a una canzone
    Ok, ok. Adesso lo faccio: “Vagina, Vagina, Vagina, ti voglio al più presto sposar…”. Contento?

  • una figa cosi non si è mai vista
    Se quella sulla Fiat era un po’ troppo generica, questa esula da qualunque discorso specifico. Faccio dunque la controprova con Gugol e nei primi risultati mi esce “Gonfio Così” di Fabri Fibra…
    Quindi direi che una Fibra così non si è mai vista.

  • interessante, quindi se piango mo danno le tette
    Se funziona davvero così vedrò di piangere il più possibile.
    Comunque il riferimento è a una foto di un neonato pensieroso, con sotto questa frase.
    Grandi risate.

  • uno stronzo che copia le azioni di un altro
    Nella storia i geni sono spesso quelli a cui vengono fottute le idee. Quindi se vuoi apparire un grande inventore devi copiare sempre le azioni degli altri, a costo di passare per stronzo. Basta vedere l’invenzione del telefono, della radio o della Apple. Ma il farsi odiare è prerogativa di chi è famoso, quindi l’aver copiato un’idea è solo un altro tassello da aggiungere alla lista “Ti odio perché sei famoso e…”.

  • mio cervello è settato di default! cosa significa?
    Quanto ho riso su questa. Non voglio aggiungere altro, anche perché si è già risposto da solo.

  • porno ragazzo vieni messo in geg bend
    La famosa pratica della geg bend nella pornografia sta sempre più prendendo piede tra i giovani.

  • morose per pietro. con. le. tette. grandi. che. fanno. sesso. in. macchina
    Perché scrivere un telegramma con tutti quegli STOP, se si sta digitando su Gugol? Boh, comunque spero davvero che questo Pietro trovi la sua morosa perfetta, che faccia sesso con lui in macchina, pur avendo le tette enormi.
    Che poi magari la trova, però Pietro ha la Mini Cooper e non ci stanno dentro a fare sesso. Lei le ha troppo grosse le tette. Eh, cacchio. Quindi il mio consiglio è quello di cambiare macchina, Pietro.

  • da quando mio figlio e tornato a casa dalla tin non riesce a fare cacca
    La TIN è una cosa seria. È la Terapia Intensiva Neonatale. Si tratta di cure specifiche per bambini nati di solito prematuramente e che possono presentare problemi. Uno tra questi, che non sapevo, sembra essere esposto da questa mamma (o dal papà) che ha il figlio che non riesce a fare caccona. Un bel problema. Però io non sono medico, quindi non saprei. Di sicuro ti consiglio di non finire sul mio blog, perché poi potrebbero venirti strane idee, caro genitore. Quindi salta questo sito e chiama il tuo pediatra di fiducia, che è meglio.

  • io ci sono x tutti ma gli altri non x me
    Su, dai. Stai tranquilla/o. Prima o poi le cose si risolveranno. L’importante è non farti calpestare, altrimenti resti in questo mood di tristezza passiva. Fatti vedere per quello che sei: fai l’elicottero col cazzo o metti in mostra le tette. Questo può darti quel tanto che basta per farti ascoltare.

  • moto e tette
    Non sono uno di quelli che segue gli sport, però so che ci sono un sacco di belle ragazze che tengono gli ombrelli (anche se non piove) ai motociclisti. Che poi, voglio dire, sono già pieni di figa per i fatti loro, devono anche circondarsi prima di una gara di ulteriori fiche? E perché io quando facevo atletica, ai blocchi di partenza, non avevo una di quelle “ombrelline”, eh?
    Troppa ingiustizia…

  • una canzone che parli di figa
    Prima cantavo Marina di Rocco Granata in versione “Vagina edit”. Ma solo perché hanno insistito.
    Comunque gli Elio e le Storie Tese hanno fatto una gran canzone dedicata a questo argomento: La Visione
    Che capolavoro, ragazzi.

  • su quale sito posso scaricare video pene che canta sul cellulare?
    Non puoi scaricarla. Lo faccio per te, fidati.

  • foto gratis belle donne che vengono cacate in faccia
    Ecco. Mancava una cosa così, no? Comunque è il solito 2 Girls 1 Cup, quello più famoso. Per altri video te li vai a guardare dai siti apposta che io ho schifo a cercarli.

  • foto culo aperto mentre esce la cacca
    Troppi, troppi feticisti sul mio blog.

  • porn emmental nella figa
    C’è una certa fissa per i formaggi infilati in organi riproduttivi femminili. Dopo il caciocavallo, ora tocca all’emmental.

  • video di fica in cima alla scala
    Non so perché ma m’è venuto in mente quel bellissimo sketch di “Una Pallottola Spuntata”, dove Leslie Nielsen dice alla ragazza in cima alla scala “Che bella topa!”
    “Grazie. Me l’hanno appena riempita” e gli passa un castoro impagliato.
    “Lasci. Mi sono sempre piaciuti i castori”
    (Certo, in inglese con “biever” veniva meglio, ma anche così suona piuttosto bene).

  • aldo rock frase addio
    Mah, solitamente saluta tutti con un “Ehi, uomo”. Poi dice una minchiata riferita ad un ciclista o ad uno scalatore, ma con tanta enfasi che ti fa credere che potresti farcela anche tu, uomo. Perché lo spirito atletico è la sopravvivenza di ognuno di noi, uomo. Quindi vai e spingi più che puoi, uomo. Anche se sei donna, uomo.

Vabbè, vado al lago a fare un bagnetto che sto collassando.

Ciao ciurmaglia! Da
Boom Diggydiggydiggy Boomdiggybang, detto Tioli

Annunci

(Ec)Citazioni e aforismi (parte 1)

La velocità di trasmissione dati tramite di internet non sarà più misurata in bit per secondo, bensì in stronzate per secondo, perché la rapidità con cui vengono caricate queste stupide informazioni sulle pagine html sono maggiori del loro stesso peso.

Mi ispiro ad una moda che correva qualche tempo fa di associare delle citazioni senza fonte a personaggi famosi, per enfatizzarne il significato o semplicemente perché fanno ridere. Io non voglio far passare alcun tipo di messaggio, né ho intenzione di far ridere. Voglio instillare un dubbio nel lettore. Quell’incertezza che spinge a domandarsi “Ma perché continuo a leggere ‘ste cagate?”.

Oltre alle citazioni famose e i personaggi associati, per correttezza riporto anche la fonte, così da non venire smentito:

  • “Non ne vedo il motivo.”
    Ray Charles, di fronte ad uno spartito (fonte: l’Antico Testamento);
  • “Capelli lisci, come la seta.”
    Umberto Balsamo, dopo la doccia (fonte: me lo ha detto Gabriele Cirilli);
  • “Se Dio avesse voluto che l’uomo volasse, NON avrebbe inventato Alitalia.”
    Padre Pulcino Pio, durante un’omelia (fonte: l’anziana signora Tritagatti, quella sempre seduta alla seconda panca a sinistra durante i rosari);
  • “A volte è meglio essere stupidi e aprir bocca, che confermare di essere stupidi stando zitti. No, era che bisogna essere stupidi parlando, con la bocca di altri. No. Eh, boh.”
    Ke$ha, durante un bukake mattutino (fonte: enciclopedia Treccani);
  • “Gli uomini che aspirano ad essere liberi, difficilmente aspirano polvere, altrimenti li chiameresti Folletti.”
    Il sosia ufficiale di Mahatma Gandhi (fonte: una pubblicità indiana su un dopobarba al ragù di cinghiale);
  • “L’amore costa… L’amore costa… Conosci un altro modo per pagare le troie?”
    Luciano Ligabue, prima della censura (fonte: l’ho letto nei fondi del posacenere);
  • “L’ozio è il pa…”
    Uff;
  • “Chi beve solo acqua è perché ci ha sciolto dentro della droga.”
    Amy Vinicola (fonte: Topolino n.235);
  • “L’acqua cheta scava i ponti, mentre l’acqua con la keta sballa di brutto.”
    Katerina Muschio (fonte: rivista Il Giornalino)
  • “Chi trova un amico, lo aggiunge su Facebook.”
    Neri Parenti, mentre pensa al suo nuovo film di merda (fonte: lo psicologo che ha in cura Neri Parenti);
  • “Bau bau.”
    Rex (fonte: contenuti speciali del cofanetto Rex stagione 57 – Come un pastore tedesco può sopravvivere oltre 20 anni);
  • “Tromba di culo, poi vai di corpo.”
    Renzo Piano Pernonsgommare (fonte: scritta nei bagni dello studio del noto architetto scoreggione);
  • “Egli afferma che io esprimevo avviso contrario all’entrata in guerra per sfiducia del valore dell’esercito. Perché un amore col silenziatore ti spara al cuore e pum, tu sei caduto giù.”
    Ambra Angiolitti, rivolgendosi a Salandra… No, forse mi sono un po’ confuso (fonte: quotidiano Repubblica della Sera);
  • “Meglio vivere un giorno da Leone che no.”
    Sergio Leone (fonte: sua zia Eustachia, che gentilmente m’ha invitato a cena da lei per raccontarmi un po’ di storie su suo nipote);
  • “Così, a naso, mi sembra cocaina.”
    Vasco Rossi, mentre fa la spesa (fonte: il suo pusher);
  • “Tutta farina del mio sacco.”
    Paola Barale, mentre parla dell’ultimo party hard a casa sua (fonte: lo schiavo nero della Barale, prima che venisse ricatturato);
  • “Una rondine non fa cra-cra.”
    Edgar Allan Poe, alla prima stesura de Il Corvo (fonte: fresca e d’alta montagna);
  • “<3<3<3Che CaRiNaAaAAaAaAAaaa!!1!!XD”
    Enzo Miccio, mentre si scopa un manichino (fonte: l’ho letto nei fondi del controllo dell’urina);
  • “Il mio tesssoro.”
    Berlusconi quando vinse le elezioni nel 1994 (fonte: Po, il protagonista del film Kung Fu Panda);
  • “Agitato, non mescolato.”
    Gianfranco Calcinacci, noto muratore del bergamasco, riferendosi al cemento nella betoniera (fonte: coso lì, Calcinacci);
  • “La curiosità è donna. La curiosità uccise il gatto. Le donne ammazzano i gatti.”
    Anne Geddes, durante l’ennesimo processo per pedopornografia (fonte: un murales su una casa a Pesaro Urbino);
  • “Vomito, ergo sbronzo.”
    Cartesio, al bar completamente ubriaco (fonte: il libro fantasy La Bibbia).

Immagine
Oscare il Selvaggio, detto Oscar Wild, noto scrittore di aforismi.

A detta dei detti, tutto è stato detto.

Ma poco è stato pensato.

Al prossimo episodio, salutandovi
Beppe Cavalletta, detto Và il Tiols!

Tutto l’universo obbedisce al notiziario

Rieccoci con i titoli dei giornali online “che fanno brutto”.
Io li reinterpreto “che fanno schifo”.

  • Droga della ‘ndrangheta arrivava in Italia nascosta negli ananas.
    “La frutta fa bene, soprattutto se pippata.”. Con questa frase hanno tentato di pararsi il culo gli spacciatori internazionali coinvolti nel blitz della polizia, che ha smascherato un traffico tra America e Italia di droga generica. Si sono accorti del trucco perché durante un controllo su un camion molti ananas assomigliavano a Mickey Rourke.
  • Flirt tra Obama e Beyoncé, ritratta il paparazzo: “Ma io scherzavo”.
    Maddai? Paz-ze-sco!
    Ma solo a me non frega un cazzo? Eppure ne hanno parlano in tutte le radio, in tutti i notiziari. Finché non si scopa Beyoncé pagandola coi soldi dei contribuenti americani, a mio parere può fare quello che vuole della sua vita privata. Detto questo, consiglio l’ultimo libro di Obama “Behind Beyoncé”, il nuovo kamasutra della musica afroamericana.
  • Allarme per il sexting online: 60% dei giovani si scambia ‘foto hot’ in rete.
    Io faccio parte del 40%. A meno che non ci si riferisca alle foto da mandare agli amici per scherzo, fatte alle palle. Comunque non mi sembra così allarmante, anzi, questi birichini si divertono sicuramente più di me. E poi, quando non mandano foto osé, i maschietti vanno sull’internet a vedere i porni. Quindi siamo punto e a capo.
  • Apple brevetta un meccanismo per annullare l’invio degli SMS.
    Si tratterebbe di un’applicazione già brevettata diversi anni fa con la quale si possono mettere in standby per un breve periodo i messaggi inviati per poterli ricorreggere o eliminare direttamente. Riporto anche un’altra frase interna all’articolo: “Cosa fare quando ci si accorge di aver inviato un SMS alla persona sbagliata oppure di aver commesso degli errori ortografici?”. Forse il giornalista che ha pubblicato l’articolo non si è reso conto di quello che ha scritto (proporrei la stessa applicazione anche per i giornali online). Chi è quello che al giorno d’oggi corregge gli errori ortografici o lessicali prima di mandare un messaggio? Nessuno. Io cerco di metterci la massima premura per la punteggiatura e cerco ancora di scrivere le parole per intero, ma è solo per una questione di tempo prima che mi facciano fuori. E personalmente lo faccio per aiutare chi legge, per rendere la lettura discorsiva. Altrmnt provat leggi sti czz di msg scritti csì ke nn s capisce 1 minkia di nnt. Nemmeno durante la guerra fredda usavano certi messaggi in codice. E poi, ironia della sorte, ci metto più tempo a ridurre le parole che a scriverle per intero.
  • Flappy Bird, l’insostenibile leggerezza del successo volatile.
    Uno di quegli stupidi giochini per cellulari attira talmente tanta attenzione da diventare un fenomeno di massa. Tanto è lo stupore dello stesso creatore che non pensava di arrivare a questo e, spaventato, lo ritira dal mercato. Una scelta da parte sua che ho apprezzato, soprattutto perché afferma “Io a dire il vero stavo scoreggiando ed è venuta fuori questa applicazione. Non merita tanto successo del semplice vento di culo.”. C’è da dire che i cinepanettoni, Checco Zalone e I Soliti Idioti hanno avuto un successo maggiore con la stessa identica tecnica.
  • Sperimentazione, solo un candidato su 60mila diventa farmaco (ed è meglio così).
    Immaginate le centinaia di droghe sintetiche inventate finora. Potevano essere molte di più se non avessero messo dei freni. Gli anziani che sono venuti a conoscenza della notizia hanno indetto un comitato per dare una maggiore fluidità al mercato delle dro…dei farmaci. Parla Piero Perato, amministratore del gruppo A.A.A. (Associazione Anziani Assuefatti):
    “Non è possibile che tutti questi giovinastri giochino con il pallone sotto casa, che poi fanno casino e rompono su tutto. E fanno le scritte sui muri questi drogati. Ah, sì, ma parlavamo dei farmaci che non ci vengono dati. È tutta colpa del governo che non ci da le nostre medicine perché ci vogliono far tutti schiattare. Lo so io, eh. È così che fanno, così adesso noi anziani ci siamo messi d’accordo per bucare tutti i palloni che ci tirano nel giardino questi giovinastri irrispettosi. E poi coi loro schet…schit…scatbord. Quella cosa li con le rotelle, che fa rumore tutto il tempo. Tutta colpa del governo.”
  • Chi nasce per primo rischia l’obesità.
    Volevo salutare mia sorella maggiore.
  • Fedez, Emis Killa e tutti gli Amici di Maria De Filippi stanno organizzando un suicidio di gruppo.
    Purtroppo mi sono inventato questo titolo.
  • L’Onu al Vaticano: “Via i preti pedofili” La Chiesa: “Valuteremo, no ingerenze”.
    Ho diversi poteri speciali, tra cui la superignoranza, tant’è che vado subito a vedere cosa significa la parola “ingerenza” e scopro che è “l’intromettersi ed esercitare una qualsiasi influenza in cose che riguardano direttamente altre persone o altri enti”. Detto questo, NO INGERENZE?! Belli loro, che se la cavano sempre alla stessa maniera. Una volta tanto che l’ONU ci mette giustamente il becco, loro fanno buon viso a indifferente gioco. Tuo figlio è stato violentato da un prete? Non sono affari tuoi, sono problemi della Chiesa. Dalla Santa Sede affermano che sarà il Signore a fare giustizia con la sua bontà divina. Ben pochi sanno che in realtà è stato Dio stesso a chiedere aiuto all’ONU.
  • Sanremo 2014, Luciano Ligabue sarà per la prima volta ospite al Festival.
    L’ONU al comitato di Sanremo: “Via quel Ligabue dagli ospiti.”.
  • Fusione nucleare, primo storico risultato in California.
    Questa notizia mi ha fatto venire la pelle d’oca dalla felicità, anche se ovviamente siamo ancora tanto lontani dal produrre energia pulita, autosufficiente e gratuita. Cioè, potevamo farlo secoli fa, ma abbiamo deciso che farsi inculare dalle aziende che distruggono il pianeta era meglio. Viva la droga.
  • Oggi le consultazioni di Renzi. Si lavora a programma e squadra.
    Sì, va beh, MI AVETE ROTTO I COGLIONI. Si susseguono vicende politiche in Italia come le puntate di Beautiful. C’è chi ha smesso di vedere Master Chef perché trova più interessanti le scaramucce parlamentari. Piuttosto che pensare a come farsi pubblicità per ottenere la poltrona, vedete di trovare una soluzione ai seguenti problemi (l’elenco è incompleto):
    turismo;
    ambiente;
    – economia;
    – trasporti;
    – immigrazione;
    – sovraffollamento delle carceri;
    – giustizia;
    – polveri sottili e tutta la merda generica che respiriamo;
    – salari fai-da-te dei politici;
    – tasse crescenti e servizi inesistenti;
    – evasione fiscale;
    – mafia;
    – cemento ovunque;
    – appalti pubblici usati per riempire i portafogli di pochi raccomandati;
    – totale mancanza di meritocrazia;
    – servizi postali;
    – privatizzazione dell’acqua;
    – finanziamenti inesistenti alla cultura e alla salute;
    – rifiuti;
    eccetera…
    Insomma, piuttosto che cercare di competere a chi avrà lo stipendio più grosso e duraturo, cercate di fare del bene. Non state lì a vedere chi ha il cazzo più piccolo. Ve lo dico io: ce l’avete tutti minuscolo per via della bamba, ora muovete il culo e fate quello per cui vi paghiamo miliardi al giorno. Sistemate tutto quello che c’è da sistemare, ossia TUTTO. Viviamo in un Paese che trasmette pessimismo, che distrugge ogni ideale di volontà e di innovazione. Un Paese dove non puoi fare nulla perché è tutto complicato dalla burocrazia, che permette tempistiche nell’ordine dei lustri, quando va bene. Un Paese che valorizza la parentela e schiaccia l’inutile, senza dargli un minimo per valorizzare il suo potenziale. Un Paese dove puoi lavorare per anni, cercando di metterci l’anima per portare avanti i tuoi progetti, ottenendo il minimo risultato pensabile. Un Paese che incentiva la truffa. Un Paese che potrebbe essere il fiore all’occhiello di molte altre Nazioni, e invece siamo in totale rovina per colpa di chi ci amministra. La gente è stanca di questa situazione; sono tutti nervosi e arrabbiati. Aleggia del pessimismo che nemmeno Leopardi ha mai sentito così marcato in tutta la sua esistenza da tirapacchi. Viviamo in una dittatura mentale e ci tengono sopiti grazie allo strumento di massa per eccellenza: la TV. Se una volta la religione era l’oppio dei popoli, ora è la televisione.
  • Quattro italiani su dieci non hanno mai usato internet e pc.
    Se addirittura i miei genitori sono arrivati ad usare internet significa che questa notizia puzza di falso. Così come tutte le notizie che trattano delle statistiche. Se uno fa un’indagine di questo tipo andando ad intervistare i clienti della bocciofila “Amari e Monti”, probabilmente tutti risponderanno che nessuno ha mai usato “chéi ròb lè” (quei cosi lì).
  • Smettere di fumare? Un valido aiuto contro depressione e ansia.
    Io ho smesso di fumare diversi anni fa. Ora non è che sono meno depresso e più rilassato. Però posso assicurarvi che quando ho smesso ero ultra-depresso e super-ansioso: in un mese ho litigato con la morosa, con gli amici, con i genitori, con il Papa, con le foche monache e ho impiccato il cane del vicino.
  • Cinque milioni di italiani non possono permettersi le cure sanitarie.
    Essendoci crisi, la prima cosa su cui si risparmia è la salute. Perché, come recita il noto modo di dire “L’importante è avere la macchina.”.
  • Moana Pozzi: “L’ultima volta”, film postumo e dimenticato in un magazzino.
    Come un ultimo ed ironico messaggio prima della sparizione dell’attrice, il video s’intitola “L’ultima volta”. Quelli che hanno scoperto e visto il film sono stati chiamati subito dopo al telefono da una voce bassa e femminile che li avvisava che dopo 7 giorni sarebbero dovuti andare in bagno. E così è successo. Tutti su cesso.
    Scusate…ora la smetto, giuro.

 

Certi telegiornali non diranno mai le cose che leggete qua. Per tutto il resto c’è Studio Aperto.

Porgo distinti saluti, da parte di
Portugal D. Ace, detto Cuidado